16. "Che fortuna lavorare da casa" | di Giulia Ferrandi

Il disegno nasce dalla telefonata con un’amica, che durante il lockdown mi disse “che fortuna che puoi lavorare da casa e stare con la tua famiglia! Io sono a casa sola e mi annoio a morte: su Netflix non c’è nulla”.
L’immagine è dedicata a tutte le donne che, come me, in smartworking o in libera professione, si sono ritrovate per mesi a gestire figli piccoli, famiglia, faccende domestiche e lavoro senza alcun aiuto, nemmeno un piccolo posto nel dibattito pubblico.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca