Andrea - ospite dei Servizi di Autonomia

Nell’immagine è raffigurato Andrea, disegnato da Matteo, di 9 anni.

Il desiderio di ogni genitore è quello di vedere i propri figli felici. Quando hai un figlio con una disabilità cognitiva, coltivare questo desiderio significa convivere con timori e incertezze. Sarà felice? Ci saranno persone che gli vogliono bene? Come sarà la sua vita quando non ci saremo più?

C’è un concetto che può racchiudere le speranze di ogni genitore per il futuro dei suoi figli: l’autonomia. Autonomia è il sapersi muovere nel mondo, sicuri delle proprie capacità e in grado di costruire relazioni gratificanti.

Andrea ha 31 anni e dal 2018 condivide un appartamento con quattro ragazzi che, come lui, imparano ogni giorno a affrontare con energia e coraggio la propria disabilità nel quotidiano. In questo li affianchiamo noi, attraverso l’attenzione e la professionalità dagli educatori di Zenith.

«Mi è servito molto coraggio per superare certi limiti», racconta Andrea, «Sono passati due anni da quando vivo qui. Passo dopo passo, ho imparato a fare tante cose che prima mi sembravano impossibili. Prendere il pullman da solo, scrivere la lista della spesa, andare per la prima volta al mare. Sono cose semplici, ma mi hanno reso felice. Quando la mattina arriva Giovanni, che è uno dei nostri educatori, mi rende orgoglioso saper fare il caffè per me e per lui. Giovanni mi affianca, mi supporta e crede in me. Lo stare insieme, il convivere con altre persone, non è sempre facile. Essere parte di un gruppo, però, mi ha fatto sentire più forte.»

È un percorso che si costruisce giorno per giorno, per i 13 ospiti dei nostri 3 appartamenti. Non ci sono garanzie, ma il sincero desiderio di accompagnarli verso una vita sempre più autonoma e gratificante. Non smetteremo di esserci per loro, neppure quando lasceranno i nostri appartamenti, continuando a seguirli finché ne avranno bisogno. A fare la differenza sono la professionalità dei nostri educatori e la generosità di chi, come te, può supportare questi ragazzi con il suo 5×1000.

Scopri gli altri modi per sostenerci.

Con il tuo contributo ci aiuterai a prenderci cura di persone sofferenti di disagio psichico, disabili e anziani.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca